PAGELLE VIRTUS – LEONI ALTOTEVERE

ALUNNI VOTO 6,5: il Giotto del parquet, quest’anno onnipresente, entra in partita per dettare legge su geometrie di gioco e primi piani del fotografo. Corre, urla, recupera, e malgrado piccola sbavature riceve una ola stile maracana’ per un tiro da tre eccelso. Con le dritte del coach fa girare bene la squadra nelle due fasi, ma si può ancora migliorare con lavoro e dedizione. PENNELLO CINGHIALE
BATTAGLIA VOTO 6+: il re del Vesuvio non è ancora al top della forma per un problema fisico, ma la sua esperienza, abbinata a intelligenza tattica e cazzimma, permette alla virtus di dettare legge sui rimbalzi e in fase difensiva. VIsto poco al tiro, minutaggio dosato: il coach lo vuole portare ai fasti di un tempo… lavoro e pazienza diranno chi è. TACHIFLUDEC
BONACCI 6: la troppa tensione data dalla miriade di fans femminili sugli spalti gli offusca la mente e la prestazione un po ne risente. Attivo in difesa ma troppo morbido in attacco, penetra poco la difesa avversaria, qualche sbavatura lo penalizza. Ma si mette al servizio della squadra, lottando sui palloni e rinunciando spesso al tiro per servire un compagno meglio piazzato. UMILE
CARACCIOLO VOTO 7+: grande acquisto targato virtus, che fa subito capire dai primi secondi in campo che qualità ed esperienza non sono per tutti. Malgrado la febbre, corre, imposta, detta legge in attacco e difesa: pienamente inserito negli schemi di coach Barili e il gioco virtussino ne risente in positivo. Preziosissimo anche nella gestione morale del gruppo, ha sempre qualche utile consiglio al compagno bisognoso. PADRE PIO
DAMBROSIO VOTO 6,5: dalla terra folignate, un altro nuovo elemento che il coach ha voluto. Solidità e accento folignate fortemente marcato caratterizzano questo giocatore preziosissimo specialmente per la fase difensiva, dove segue come un ombra il suo giocatore. Molti i rimbalzi da lui conquistati, mentre ancora in attacco deve affinare l intesa con i compagni che però non smette mai di sostenere nemmeno dalla panchina. CENTRO DE LU MUNNU
INNOCENZI VOTO 6: è la versione protestante del dio che sappiamo, un po’ spento e distratto. Mette il massimo in difesa aggrappandosi all avversario come uno zaino, non molla mai finché il coach lo tiene in campo. Avrà tempo per professare il suo nuovo vangelo. EASTPACK
LALONI 6,5: il prototipo del maschio italiano viene chiamato in causa quando la partita si fa fisica e riesce a contrastare bene gli arrembaggi avversari a canestro. Oscura completamente tutti gli avversari sotto canestro ostacolando attacchi e conquistando rimbalzi. È la garanzia fatta persona su cui coach Barili conta per ristabilire equilibrio in quintetto. MOLE ANTONELLIANA
MASSETTI 6,5: convocato in extremis, risponde presente e quando il coach lo getta nella mischia, ripaga con una.prestazione molto intelligente, di sostanza e grinta. Mastino nella fase difensiva, riesce a concretizzare ciò che chiedeva l allenatore in quel momento: sacrificio. MARINE
MELONE 6,5: dalla nazionale italiana pizzaioli in erba un altro elemento cardine che il coach ha strappato a Cannavacciuolo. In difesa è una piovra, riesce a toccare molti palloni che diventano poi virtus, lancia contropiedi fulminei, ingabbia gli avversari e si sacrifica molto per la squadra.In attacco è una.costante spina nel fianco della difesa avversaria, ottima l intesa con Momi. Continuamente provocato dalle spinte e dagli insulti di un avversario, reagisce troppo calorosamente rendendosi quasi protagonista di un incontro di boxe e  gli costa il quinto fallo. Avrà occasione di rifarsi. ROCKY BALBOA
MOMI 8: fresco di laurea, l ennesimo neo acquisto targato Barili gioca una partita sontuosa: incarnando lo spirito virtus, dimostra grande caparbietà in ogni azione. Specialmente in fase offensiva lotta fra le maglie della difesa tiberina spazzandole via come foglie al vento. Il coach intuisce il suo potenziale e lo lascia in campo il piu possibile e lui ripaga con continue incursioni offensive a canestro, tutte con successo. Nessuno riesce ad arginarlo, quando ci provano in tre lo spingono fuori dal campo ma lui fa canestro ed esulta con il verso della pistola.
Ottimo il contributo in difesa, dove dimostra la totale intesa con i compagni e blocca spesso con successo gli attacchi avversari. Che dire, fate voi… URAGANO KATRINA
ROSSI M. VOTO 7: fondamentale nella posizione di play, fa girare bene la squadra in fase offensiva e contrasta bene gli attacchi avversari grazie a molti anticipi che permettono alla.virtus molti contropiedi andati a vuoto solo per sfortuna a canestro. Nella.fase finale, rimane sugli scudi e ancora fresco come.una rosa lotta contrasta e ruba palloni utili a far rifiatare i compagni e a far scorrere il tempo verso la vittoria virtussina. CHE PALLE IO VOLEVO GIOCA’
ROSSI S. VOTO 7: come il fratello, la loro superiorità fisica gli permette di spezzare i ritmi avversari recuperando molti palloni e contrastando molto bene gli avversari sotto canestro. All’ultimo quarto è ancora li a lottare con grinta e sacrificio; da migliorare solo in.fase offensiva dove invece dello scarico per il compagno dovrebbe cercare la soluzione personale. QUELLO È TONTO N’ CAPISCE NIENTE
COACH BARILI VOTO 8: costretto a essere addetto al defibrillatore da un cavillo burocratico, tesse comunque le trame del gioco coadiuvato dal suo mentore Ciccio, soffrendo su quella sedia a bordocampo assieme ai suoi giocatori. Encomiabile del lavoro fatto in estate, ottenuti gli acquisti da lui cercati e corrotti, preparati a dovere con umiltà, urla e sacrificio, può godersi un meritatissimo successo per i suoi e lavorare con ulteriore entusiasmo. GENERALE PATTERSON
DIRIGENT MELA 8: Professionalità, puntualità e carisma sono quegli aggettivi che fanno di un dirigente un grande dirigente, sembra Galliani ai tempi d’oro, tutto sotto controllo, acqua, panchine, arbitri, prende appunti come alla prima lezione di anatomia, punto di riferimento per la squadra e per il consiglio. MARCELLO LIPPI
DIRIGENZA/PUBBLICO: autori di una splendida cornice introduttiva perfino sotto la pioggia, caricano i ragazzi con fumogeni, tamburi e urla di incitamento, accompagnando i ragazzi nella prima vittoria stagionale. GRAZIE
WhatsApp Image 2018-10-28 at 22.41.50

BUONA LA PRIMA

Dopo tanto correre e sudare finalmente è arrivata l’ora di alzare la palla a due per i ragazzi della Virtus Bastia. Per problemi burocratici, legati ai tesseramenti però Sensi è obbligato a rimanere ai box e già questo non è di buon auspicio, in più Caracciolo si presenta febbricitante. Ma si sa, a volte è proprio nelle avversità che esce fuori il vero carattere del gruppo soprattutto quando di fronte ci si trova una squadra ben organizzata e ostica come i Leoni Altotevere che si presentano al PalaGiontella da campioni in carica, sicuri di far la partita. La Virtus invece, spinta dal pubblico delle grandi occasioni, parte forte imprimendo alla gara il suo ritmo, trovando in Momi (top scorer della gara con 21 punti) un ottimo punto di riferimento in attacco, ma soprattutto è quadrata in fase difensiva, attenta su ogni pallone, tant’è che gli ospiti devono aspettare ben 3 minuti prima di mettere a segno i primi 2 punti con Giacchè in penetrazione. M.Rossi si mette in proprio con una bella iniziativa personale e D’Ambrosio è bravo a strappare un rimbalzo offensivo e a depositare 2 punti importanti per provare un allungo, ma i Leoni con Pierotti e Tironzelli rimangono attaccati alla partita e alla prima sirena il tabellone recita 16-12 Virtus. Al rientro la musica è sempre la stessa anche se sono cambiati ormai quasi tutti gli interpreti in campo per la Virtus, ma la pressione in difesa rimane costantemente alta e Momi in attacco continua a “martellare” il canestro avversario. 5 punti in fila di Alunni, imbeccato perfettamente da Caracciolo in versione assist-man, Melone dall’angolo e la spregiudicatezza di Massetti, chiamato in extremis per sostituire Sensi, portano la Virtus ad accumulare un vantaggio consistente mentre i Leoni provano in qualche modo con Pucci e Toscano a rimanere a galla ma quando la sirena manda al riposo le due squadre il divario inizia ad essere importante, +10 Virtus: 37-27. Non è questo il momento di abbassare la guardia per i biancorossi, ma gli ospiti sono determinati a rientrare in partita e nel terzo parziale accennano un pressing che porta a sbandare leggermente la Virtus, ma non quanto basta per finire fuori strada. La gestione dalla panchina è ottima e con qualche accorgimento i padroni di casa riprendono il controllo della gara e con un 2+1 di Bonacci e uno di M.Rossi tengono a debita distanza gli ospiti che tentano in tutti i modi di rientrare in partita, ma la difesa della Virtus è attenta e il vantaggio alla fine del terzo parziale rimane pressochè invariato: 46-37. L’ultimo quarto è infuocato, da una parte i biancorossi che non vogliono cedere di un centimetro, dall’altra gli ospiti che non vogliono uscire dal PalaGiontella a mani vuote. L’atmosfera è caldissima, con il pubblico che spinge i padroni di casa. Tecnicamente c’è molto poco da raccontare, la partita a causa di qualche contatto al limite da ambo le parti si innervosisce e a farne le spese saranno Melone (fuori per 5 falli)Pucci (espulso per tecnico e antisportivo). La Virtus però è brava in questo frangente a rimanere compatta e risponde colpo su colpo alle folate offensive dei Leoni che spinti ancora da Pierotti e da Giacchè tentano di ricucire lo strappo, non riuscendo però mai a tornare sotto i 6 punti di svantaggio. La freddezza dei biancorossi dalla lunetta è quasi perfetta e la difesa ancora una volta non lascia scampo e spazio agli avversari che si vedono costretti a cedere. La Virtus Bastia vince cosi la prima di campionato contro i Leoni Altotevere per 55-49, partendo a mille in un campionato sicuramente competitivo e molto insidioso. “Siamo stati bravi a imporre sin da subito il nostro ritmo – dichiara a fine partita coach Barili – sia in attacco, ma soprattutto in difesa dove siamo stati a tratti insuperabili. Ci sono comunque degli aspetti da migliorare, ma ci lavoreremo in settimana. Intanto ci godiamo questa vittoria – conclude il coach – poi da martedi torneremo a sudare per preparare il secondo impegno contro Rieti. La seconda di campionato, infatti vedrà la Virtus impegnata ancora tra le mura amiche contro Badabook & Friends Rieti, domenica 4 Novembre alle ore 18,00.
Vietato mancare!

STAY TUNED! STAY VIRTUS!

 

Diego Alunni – Ufficio Stampa Virtus Bastia

WhatsApp Image 2018-10-26 at 13.10.12

Pronti Partenza Via

É questo il giorno dell’esordio per la Virtus Bastia di coach Barili. Si alza finalmente il sipario su questa nuova stagione per il Campionato di Promozione che quest’anno vedrà ben 3 trasferte in terra laziale contro Rieti, Contigliano e l’ormai nota Soriano. I biancorossi dopo il deludente finale della scorsa stagione sono tornati a sudare già da fine Agosto con un rinnovato entusiasmo, portato da un’organizzazione eccellente curata dallo stesso coach e dal fido dirigente Lorenzo Mela coadiuvati da Capitan Bacchi e da Davide Laloni. La società durante l’estate, come già presentato nelle scorse news, ha puntellato il roster nei ruoli che lo scorso campionato hanno dato grattacapi a coach Barili, andando ad inserire Matteo Momi, Tommaso Caracciolo, Alessandro Melone, Luca D’Ambrosio e Diego Alunni. Elementi di sicura esperienza per la categoria che anche quest’anno sarà molto competitiva. Un campionato a 12 squadre molto difficile da interpretare dove ogni partita sarà una storia a se. L’esordio per la Virtus sarà subito un bel banco di prova, arrivano infatti al PalaGiontella i Leoni Altotevere campioni in carica. La squadra umbertidese ha dalla sua i favori del pronostico ma coach Barili si ritiene fiducioso – Arriviamo pronti e carichi, impazienti di iniziare questo cammino e iniziare forte non può che essere uno stimolo per me e per tutta la squadra. Giocare in casa la prima di campionato, con un avversario di questa caratura non può far altro che darci carica e fiducia, continua il coach bastiolo che infine invita tutti al PalaGiontella – spero di vedere molta gente sugli spalti del palazzetto, abbiamo bisogno della spinta di tutti, per domenica e per tutto il campionato.
Non resta altro quindi che accogliere l’invito e riempire il Palazzetto di Bastia Umbra, e come detto proprio all’inizio segnatevi bene la data: Domenica 28 Ottobre, ore 18.00 inizia il cammino della Virtus.
Virtus Bastia – Leoni Altotevere.

 

Diego Alunni – Ufficio stampa VB

PROMOZIONE REGIONALE UMBRA – PRONTI…VIA..

Sono stati diramati i calendari provvisori del campionato di Promozione Regionale che anche questo anno da spazio a molte società del territorio Umbro di contendersi la promozione in serie D.

Le squadre che la nostra Virtus Bastia dovrà affrontare per regalarsi le finali di fine Maggio sono 12. Partendo proprio dalla vincitrice del 2017/2018 Leoni Altotevere poi Fratta A, Marsciano, Orvieto, Terni, Rieti e Contigliano, Perugia, Ponte San Giovanni, Soriano e Città di Castello.

Sarà un campionato lungo e pieno di imprevisti che come l’anno passato possono influire sul rendimento generale, ma la squadra di Coach Barili e del suo fido Mela sarà in grado di affrontare senza perdere di vista l’obiettivo finale.

Non ci resta allora che seguire questi ragazzi che di impegno e volontà ce ne stanno mettendo tantissima.

Uff. Stampa Virtus Bastia

30656670_1922399604458861_1628608163638935552_n

IL ROSTER 2018/2019

“Siamo rimasti un pò male, siamo stati sfortunati eravamo sicuri di poter fare meglio ma qualcuno o qualcosa ci ha negato di vivere il nostro sogno” sono queste le parole di coach Barili che riassume l’anno passato in modo cinico e diretto, i troppi infortuni della scorsa stagione hanno impedito alla squadra di arrivare in finale. Quest’anno si riparte con dei nuovi acquisti voluti e trovati, dice, essendosi occupato personalmente della scelta del roster. Si riparte da moltissime conferme:

  • AISA MASSIMILIANO (in ripresa dall’infortunio)
  • BATTAGLIA WALTER
  • LALONI DAVIDE
  • BACCHI NICOLO’ (in ripresa dall’infortunio)
  • ROSSI MIRCO
  • ROSSI SIMONE
  • INNOCENZI ALESSANDRO
  • BONACCI NICOLA
  • SENSI SEBASTIANO
  • SCARPONI GIULIO
  • BARABANI MARCO

Si continua con molte novità

  • CARACCIOLO TOMMASO
  • MOMI MATTEO
  • MELONE ALESSANDRO
  • ALUNNI DIEGO
  • MASSETTI FEDERICO
  • D’AMBROSIO LUCA
  • SEGANTINI DAVIDE
  • ANELLI FRANCESCO

 

Logo Virtus 2018

VIRTUS BASTIA 2.0

Si è ritrovata più di 1 mese fa al Palagiontella di Bastia Umbra la Virtus Bastia che affronterà anche questo anno il CAMPIONATO DI PROMOZIONE UMBRO 2018 | 2019.
Si riparte con rinnovato entusiasmo dicono gli addetti ai lavori, con quella voglia di buttarsi su ogni pallone, sentire la retina che suona e il pubblico che applaude. Tante le novità sia dal punto di vista STAFF che da quello ROSTER.
I ragazzi saranno ancora guidati da coach Nicola Barili dal punto di vista tecnico|tattico , dal dirigente Lorenzo Mela sul piano organizzativo che insieme a Davide Laloni e Nicolò Bacchi hanno operato nella realizzazione della squadra 2018|2019.

Nuovo il logo della squadra, un restyling del vecchio Basket Bastia e quello della Virtus Bastia che ha generato entusiasmo per tutto lo staff societario.

In arrivo anche le nuove mute da gioco che saranno presentate alla stampa il 22 Ottobre.